lunedì 18 gennaio 2016

Pulcinella




e ascolto ora nella sera PULCINELLA di Strawinskiy da Pergolesi, opera cosiddetta Neoclassica,


cioè riprendendo appunto da Pergolesi - Morirò... Morirò... - canta lui allargando e poi d'un subito stringendo e fortissimamente ritmando - Morirò! Morirò! Morirò! - Picchiettando come fosse Rossini e poi e poi, opera splendida, e poi la romanza con un fondo che "zompa" e lei la melodia va tenera ma subito dopo s'impenna con tutti gli spiriti in corpo; OPERA STRAORDINARIA! e bellissima e nuova interpretazione a rotta di collo stasera, e poi il canto della

(e qui scriverei il Canto della Disperazione, ma... ma...
ma tutto mi trattiene e anche non c'è nulla che in realtà mi trattenga davvero...
ma...
e stasera le crepes che Mariella ha fatto con tanto amore per tutti loro e gliele ha portate
ma...
ma domani continuo



Serenata e poi... irrompe la Marcia finale e... ancora l'aria cantata... e minuetto e finale lui canta "Fiammette d'amore.. struggendo si fa..." e si uniscono le altre due voci "struggendo si fa... piangendo si fa..." e via via gli strumenti, ma qui stasera non è più l'operina per pochi strumenti che aveva scritto Strawinskiy, fresca e scanzonata




e domani l'ultimo saluto a Casalborgone alla nostra amata Rita


ELETTRA E CRISOTEMIDE le due sorelle

Souvenir d'Italia

9 commenti: